La Nuova Frontiera dell’Interazione

Fino ad oggi, interfacce in grado di riprodurre perfettamente sia le espressioni che l’aspetto umano erano considerate un traguardo irraggiungibile, nonostante esse rappresentino una naturale modalità d’interazione tra uomo e macchina. Avvalendosi della pragmatica ed efficace fusione di creatività umana e tecnologia all’avanguardia impiegata nell’IT (tecnologia dell’informazione) e nella cinematografia digitale, OLOS® ha raggiunto quel traguardo e ha scalfito la convinzione che tutto sia da ricondurre a una mera questione ingegneristica: partendo dalla recitazione di parti e ruoli, uomini e donne reali forniscono tutte le espressioni e azioni di cui le interfacce si avvalgono successivamente nell’interazione con gli utenti. Essi si presentano e si comportano come esseri umani, per questo il termine che più naturalmente si addice loro è quello di esseri umani olografici.

Possibili Applicazioni

OLOS® è particolarmente adatto ad essere inserito nei seguenti contesti:

  • Musei e luoghi di interesse culturale
  • Teatri
  • Gallerie Olografiche
  • Fiere

Papers

D. Baldacci, R. Pareschi, The OLOS® Way to Cultural Heritage: User Interface with Anthropomorphic Characteristics, in “World Academy of Science, Engineering and Technology International Journal of Civil and Architectural Engineering” Vol:14, No:10, 2020, pp. 331-335.

Awarded BEST PAPER at the  IRC2020 XIV INTERNATIONAL RESEARCH CONFERENCE

F. Marulli, R. Pareschi e D. Baldacci, The Internet of Speaking Things and its Applications to Cultural Heritage, IoTBD in “Proceedings of the International Conference on Internet of Things and Big Data”, 2016, pp. 107-117.

Case History

Menu